Vai al contenuto

Non passerà

Passerà. Lo avevamo detto anche un anno fa. A Pasqua. D’altronde questo significa “Pasqua”: “passare”, “passare oltre”. Eppure non è passato nulla.

Il Covid-19, le zone a colori e le scuole chiuse, il sedicente lavoro intelligente e l’imbecille disoccupazione, il coprifuoco e la polizia, la guerra e gli eroi, gli scienziati e gli idioti, e gli scienziati idioti, le opinioni e i fatti, e gli strafatti, la parte giusta e quella censurata. Non è passato nulla.

Ma non è certo quel che non passa da un anno, che non passerà. E non è il caso di lamentarsi dell’aria viziata delle nostre belle case. Siamo pur sempre un piccolo Paese del primo mondo, con tavole imbandite come altari, con tanto di agnelli sacrificati a noi stessi.

Tuttavia, persino in questa Italia-tavola-di-lusso, c’è una linea invalicabile. Che non passerà. Immaginate 10 commensali, arrivati due a due per sfuggire ai controlli si intende. Ma uno solo di loro mangerà per sei. Gli altri nove dovranno dividersi quel che resta delle quattro porzioni avanzate.

Eccoli i dati di distribuzione della ricchezza nel nostro pur ricco Paese. E non sono passati. Anzi, si sono aggravati. Il ricco è più ricco, il povero è più povero. Il padrone sfrutta il lavoro fin dentro all’intimo della vita. Il lavoratore è stato invaso nella sua ultima roccaforte individuale, la stessa proprietà privata che gli avevano insegnato a bramare sopra ogni altra cosa, quando era ancora ignaro di costruire la sua prigione di lavoro forzato, smart. Bravo, ben fatto, ora tendi le mani, connettiti, digita e lascia che in fibra ottica arrivino le manette. Non passerà.

Ma il sangue degli sfruttati, macchierà le porte delle loro celle. È chi le avrà troppo pulite allora che dovrà stare più attento, perché là, Rivoluzione non passerà oltre.

Alzatevi convitati, voi siete in nove, lui è uno. Il nemico non passerà. Buona Pasqua, buona liberazione dalla schiavitù.

Ti è piaciuto questo lavoro e vuoi sostenerci? Offrici un caffè!

L'Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. In questa 62esima puntata volevamo dirti che ci piaci, sei straordinario in quello che fai, impeccabile, continua a farlo. E non rompere i coglioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: