Vai al contenuto

Manifesto

L – come Lentezza. Informare con lentezza significa interessarsi al cammino, raccontare il percorso della notizia prima del suo arrivo. Al giornalismo che punta solo ad arrivare prima, accostiamo la lentezza dell’approfondimento.

O – come Osservazione. Non basta vedere, occorre osservare. Non siamo immobili spettatori, ma testimoni curiosi e vigili. Attenti al dettaglio, cerchiamo aldilà dell’apparenza, senza dimenticare il nostro punto di osservazione.

R – come Relazione. Il lettore, o qualsiasi altro fruitore, non può più essere concepito come consumatore, destinatario di un processo verticale. Chiediamo una relazione di reciprocità con chi ci incontra, in un dialogo costante tra informato e informatore. Una rete che estenda le proprie maglie a tutti quei giornalisti italiani o stranieri desiderosi di tessere lo stesso progetto.

E – come Essenzialità. Scegliamo la libertà di esprimere le nostre opinioni, preoccupandoci però di scinderle sempre dai fatti.  Siamo testimoni essenziali delle notizie che raccontiamo e cerchiamo di fornire al lettore gli strumenti necessari a comprenderle e interpretarle.

M – come Media. Penna, radio, macchina fotografica o da presa, ciascuno strumento ha il suo modo di raccontare la realtà. Noi li abbracciamo tutti, ricercando un utilizzo dei media specifico, originale, mai massificato.

I – come Insieme. Siamo un collettivo. Il nostro nome è soltanto Lorem Ipsum. Non una maschera dietro cui celarsi, bensì la carta di identità dell’insieme che ci raccoglie. Contano solo le storie, non chi le racconta.

P – come Passato. Non si può raccontare l’ultima ora, prescindendo dalla prima, per quanto appaia lontana. Il nostro giornalismo è amico della storia e il presente è solo il punto di partenza.

S – come Sostegno. A chi ci segue e crede in questo progetto chiediamo di contribuire a farlo crescere. Dalle pratiche di scambio di informazioni ai finanziamenti diretti e alle donazioni, ogni vostro sostegno sarà una tutela in più a una libertà condivisa: quella di chi informa e quella di chi è informato.

U – come Utilità. I nostri prodotti hanno l’ambizione di essere sempre strumenti utili a qualcosa. Utili a riflettere e a scoprire, utili a dibattere e a illuminare. Tentiamo di fabbricare grimaldelli capaci di aprire nuove porte, storie che aprano gli occhi e invitino all’azione.

M – come Mondo. Non intendiamo confinare i nostri interessi al territorio nazionale, ma crediamo che per raccontare sia indispensabile una testimonianza diretta. Senza cedere ad alcuna frenesia cosmopolita, vogliamo mostrare come ogni storia abbia un valore globale, a partire da quelle che ciascuno può incontrare appena fuori dal portone di casa.

 

LOREM IPSUM è tutto questo, ma anche un testo privo di significato usato da secoli, dai tipografi di tutto il mondo, come riempitivo per bozzetti e prove grafiche. Toccherà a noi, con il vostro aiuto, dare a questa dicitura un senso nuovo: è il nostro nome, che vogliamo facciate vostro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: