Vai al contenuto

Tag: Ammazzacaffè

Una storia esemplare

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. È in corso un processo per direttissima, si chiedono pene severissime: la storia è talmente raccapricciante che la sentenza è già stata emessa. Punirne uno per educarne cento, si spiega. Nella puntata 72, una storia esemplare

Sotto l’ombra di un bel tir

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Una mattina mi son svegliato e quella scritta non c’era più. Sembrava una reclame come le altre, ma non lo era, e per questo è stata cancellata. Diceva: “Partigiano Reggiano”. La puntata 71

Dimentichi dell’altrove

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Si parla, e tanto, di censura negli ultimi tempi. Mentre siamo distratti dal bacio dato a una Biancaneve dormiente, una biografia viene spedita al macero. Nella puntata 70, si guarda all’altrove

Giustizia è stata fatta

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Da piazza Fontana alle richieste di estradizione in Francia, l’importante è sempre trovare il colpevole giusto: un anarchico, la forza di gravità, un comunista

Per capire meglio la tua assenza

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. C’è stato un gran parlare della Superlega, e in tanti si sono strappati le vesti per un calcio popolare mai esistito. Ma intanto, in Val Susa, si è tornati a gridare forte, mentre non ha mai smesso di sventolare la bandiera dei No Tav. Nella puntata 68, diamo il bentornato ai corpi

Fischi al delattore

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. La festa dei vicini irride l’uomo solo al di là del muro, le dita galoppano sullo schermo illuminato: “Denuncio o non denuncio?”. Anno 2021: l’estetica della dilazione. Tutto nella puntata 67

L’Internazionale

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Compagni, un nuovo spettro si aggira per il globo: nella puntata 66, le rivoluzionarie proposte del Fondo Monetario Internazionale!

Non passerà

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Venerdì santo, ma ancora nessuna resurrezione. “Pasqua” significa “passare”, ma nulla passa da sé. È la puntata 65

Il Papa ha bestemmiato

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Jorge Mario Bergoglio deve dimettersi, una volta in tenera età ha offeso Dio. Compagni, chi è senza peccato denunci il primo tweet e ascolti la puntata 64

Un bicchiere di lakka con un kalakukko

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Brindiamo agli infelici e la bevuta la passa la casa, perché l’infelicità è gratis. La felicità no, e ci fanno le classifiche. Lo shot nella puntata 63

Ma che bravo dipendente!

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. In questa 62esima puntata volevamo dirti che ci piaci, sei straordinario in quello che fai, impeccabile, continua a farlo. E non rompere i coglioni

Il mulino arancione (scuro)

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. La puntata 61 è di colore scuro, molto scuro. Chiedetelo ai bambini, e imparate a colorare

All’ombra dell’ultimo solo

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Nella puntata 60 la storia di un viaggio e di un delitto, quello commesso da chi versò il vino e spezzò il pane per chi diceva “Ho sete, ho fame”

È morto un vecchio

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Nella puntata 59 la morte di un anziano malato, che si è spento solo e lontano da tutti e da tutto, lontano anche da quel passato che gli ha negato la pietà

Il super bene del super Paese

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Puntata 58, continua il percorso di beatificazione di San Mario: tenetevi forte, sta arrivando il superministero

Whatever it takes

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Puntata 57, l’apologia del salvatore che ci ha salvati e ci salverà. È arrivato Mario Draghi