Vai al contenuto

Tag: Ammazzacaffè

Stay hungry, stay foolish

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Quando sei troppo povero per ricevere gli aiuti per i poveri, nella puntata 32 un racconto “esclusivo”

Il Papa va a trans

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Nella puntata 31 la strana storia di quel Paese in cui nessuno andava a puttane, ma tutto andava a puttane

Cosa rimiri mio bel partigiano

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Puntata 30 alla vigilia del 25 aprile, la data delle piazze

Innocenti reclusioni

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Reclusi, costretti a passare giorno e notte tra le stesse quattro mura, parlo a voi. Puntata 27

Il signor P

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. La carica del 101enne e il secolo del coronavirus. Ascolta la puntata 26

Servizio Pubico

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. In questa settimana è successo qualcosa che non abbia a che fare con l’onnipresente coronavirus? Pare proprio di sì. Puntata 24

Medioevo-19

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Anno domini bisesto e funesto, il vero antidoto al coronavirus è stato bandito, ma c’è chi lotta per salvarci: è la puntata 23

Cause di farsa maggiore

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Allarme, emergenza, ecco il nostro bollettino di guerra nella puntata 22

Les Sardines

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. L’erasmus delle sardine nelle acque piatte della politica. Ascolta la ventesima puntata

Ingorghi artistici

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. Google Maps, lunghe code, traffico, strada rossa. E se qualcuno l’avesse solo dipinta così? Ascolta la puntata 19

Dagli! Al coronavirus

L’Ammazzacaffè, il digestivo di fine settimana offerto da Lorem Ipsum. C’è un virus che non ha mai smesso di contagiare, e i sintomi sono sempre gli stessi